Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

N'USANZA NOVA.

Cesare Pascarella

Diceva Nino, che er padrone ha detto
Che c'è un'usanza nova uscita fora,
Che sarebbe de scrive' a 'na signora
Sur ventajo de lei quarche versetto.

Per esempio: - Ci avete un ber visetto
E chi ve guarda a voi se n'innamora!
Oppure dice: - Voi siete l'aurora! -
Come per dire un atto di rispetto.

E dice, che diceva er mi padrone,
Che si er versetto nun valesse gnente
Vale la firma sotto a l'iscrizione.

Sarà! Ma pe vedé' proprio si vale,
Io si avessi da fa' firmà' sta gente
Me farebbe un ventajo de cambiale.



Questa poesia è stata letta 1933 volte