Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

LI PRINCIPII.

Cesare Pascarella

Diceva bene Checco a l'osteria:
«Ogni omo deve avécce er suo pensiero».
Pensi bianco? Si un antro pensa nero
Rispetteje er pensiero e cusì sia.

Vor di', si te ce trovi in compagnia,
Je pôi di': - Tu te sbaji... Nun è vero... -
Ma, sempre semo lì, vacce leggero,
Perché ar monno ce vo' filosofia.

E scrìvetelo drento a la ragione,
Che fra l'omo e er principio cambia aspetto.
Io defatti, si in quarche discussione

Trovo che dì' co' quarche giovenotto,
Quello che sia principio lo rispetto,
Ma quello che sia omo lo scazzotto.



Questa poesia è stata letta 1550 volte