Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

Vi chiamate? — Fanny. — Di professione?
— Abbito a Tomacelli, centosei...
— Brava! Quant'anni avete? — Faccia lei...
— Vostro marito fu? — Fu ma birbaccione!

— Ma fu Pietro o Pasquale?... — Nun saprei:
lo conobbi a lo scuro, in d'un portone...
— Secondo ciò che ha detto un testimone
fate un brutto mestiere, anzi direi...

— Sì, n'avrò fatte... più de Carlo in Francia:
ma mó so' vecchia, ho voja a mette scuse!
oramai me contento de la mancia.

— E allora come va che insieme a certe...
vi fecero un processo a porte chiuse?
— Perché tenevo le finestre aperte.



Questa poesia è stata letta 2720 volte