Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

Tu voressi sapé s'io so' propenso
e me lo chiedi propio sur tran vai!
Da la stessa domanna che me fai
capisco che già sai come la penso.

Ecco... vedi... però... forse... se mai...
Io dico pane ar pane, ma in compenso
so' stato sempre un omo de bon senso
perché me piace l'ordine e lo sai.

Dunque, su questo qui, nun se discute
che essenno tutti quanti d'un pensiero
ciavemo le medesime vedute.

Der resto, tu, m'hai bello che capito...
Dico bene? A proposito... ma è vero
che Giggia s'è divisa dar marito?



Questa poesia è stata letta 1463 volte