Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

Cresciuto er fiume, una Cucuzza gialla
sospirava a fior d'acqua: — Quanta gente
s'è incanalata appresso a la corrente
cór solo scopo de rimane a galla,
e tira avanti co' la convinzione
d'avé servito la rivoluzzione? ...



Questa poesia è stata letta 1136 volte