Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

Una bella matina er direttore
d'un Giardino Zoologgico vestì
le scimmie, le scimmiette e li scimmioni
co' li carzoni de tela cachi.
Una vecchietta disse: — Meno male!
che armeno nun vedremo certe scene...
Er direttore l'ha pensata bene:
se vede che je preme la morale... —
Una Scimmia, che stava ne la gabbia
tutta occupata a rosicà una mela,
intese e disse: — Ammenoché nun ciabbia
un parente che fabbrica la tela...



Questa poesia è stata letta 1251 volte