Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

Un Omo disse a un Lupo: — Se nun eri
tanto cattivo e tanto propotente,
te guadagnavi er pane onestamente
e io t'avrei protetto volentieri...
— Mejo la libbertà che un po' de pane.
— rispose er Lupo subbito — Der resto,
er giorno ch'ero bono e ch' ero onesto
finivi pe' trattamme come un cane.



Questa poesia è stata letta 2064 volte