Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

LA GIUSTIZZIA AGGIUSTATA

Trilussa (Carlo Alberto Salustri)

Giove disse a la Pecora: — Nun sai
quanta fatica e quanto fiato sciupi
quanno me venghi a raccontà li guai
che passi co' li Lupi.
È mejo che stai zitta e li sopporti.
Hanno torto, lo so, nun c'è questione:
ma li Lupi so' tanti e troppo forti
pe' nun avè raggione!



Questa poesia è stata letta 1135 volte