Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

La Quercia è tutta nera. Una saetta
la fece secca, la lasciò stecchita
e da quer giorno nun s'è mossa più.

Ma la Natura, sempre generosa,
pe' daje l'illusione de la vita
ogni tanto je copre la ferita
co' le foje de rosa...



Questa poesia è stata letta 2782 volte