Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

Er Gatto entrò in cucina e rubbò un pollo.
Er Coco se n'accorse e, detto fatto,
je corse appresso e l'agguantò p'er collo.

— Ma questa è incomprensione! — disse er Gatto —
Nun hai visto che porto
la collarina nera con un bollo,
e chi cià questa qui, nun ha mai torto?

E tengo, pe' de più, la protezzione
d'un pezzo grosso de li più potenti,
che me le manna tutte quante bone... —

Er Coco che capì la situazzione
se mise su l'attenti.
Conosco più d'un gatto ch'è disposto
a vende er fumo pe' magnà l'arrosto.

1939

Questa poesia è stata letta 3294 volte