Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

— Fateme largo! — commannò un Mijardo
a un Quatrinello che je stava intorno —
Ormai ciò un nome e merito riguardo.
— Lo so: — disse er Centesimo —
ancora me ricordo de quer giorno
che te tenni a battesimo...



Questa poesia è stata letta 1263 volte