Sonetti Romaneschi
Da cristiano! Si mmoro e ppo’ arinasco, Pregh’Iddio d’arinassce a Rroma mia. (G. Belli)

Che ne sarebbe de l'Umanità
s'uno dicesse ar fijo appena nato:
— T'ho messo ar monno pe' scontà er peccato
che fece Adamo seimil'anni fa?



Questa poesia è stata letta 1040 volte